fblogo Kico-On-Holiday-penguins-of-madagascar-11694823-1311-1080 Old Man Gloom blur Recensioni utili solo a seminar zizzania: Manowar – The Lord of Steel Ci sono momenti nella vita in cui uno dovrebbe dire "basta" all'uso indiscriminato dell'eyliner. Melvins Lite
Hot Tags: pop  Junk's Trunk  mp3  live  playlist  heavy metal  Doom metal  rock  

We learned more from a three minute record than we ever learned in school — B. Springsteen (No Surrender)

naviga

eventi

speciali

compile

PARTNER

Andrea Costanzo

Junk’s Trunk Episode #12 – Alle Radici Del Blues (e dintorni…)

Andrea Costanzo ha postato questo articolo il 30/12/2011
Audio Rock + Pop //

Avrei quasi optato per un break ma questo episodio mi tentava troppo. L’idea è quella di parlare di Blues. Come tentarono di fare Scorses, Wenders e compari coi loro documentari ma, ovviamente, in versione minuta e senza alcun intento istruttivo. Una serie di pezzi Blues (e qualche concessione ai suoi “figli”) e il mio personale commento. Emotivo, come sempre.

- Seasick Steve “Dog House Boogie”
- Robert Johnson “Crossroads”
- Muddy Waters “Mannish Boy”
- BB King “Lucille”
- Stevie Ray Vaughan And Albert King “Pride And Joy (Live)
- Jack White “Fly Farm Blues”
- The Black Keys “Lonely Boy”
- Jimi Hendrix “Red House (Acoustic)”
- The Red Devils “She’s Dangerous”
- Willie Dixon “I cant Quit You, Baby”
- Trainwreck In Sarasota “Untitled Blues Piece”
- Leadbelly “Where Did You Sleep Last Night”
- JB Lenoir “Mama, Talk To Your Daughter”
- Professsor Longhair “Tipitina”
- Blind Willie Johnson “Dark Was The Night…”

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


Amp Rive – “Best Kept Secret” [MP3]

Margot Del Rei ha postato questo articolo il 28/12/2011
Audio Carne Fresca Rock + Pop //

ChiAmp Rive
Cosa: “Best Kept Secret” (tasto destro e “save link as…” per scaricare)
Brano tratto da: Irma Vep
Genere: post rock

Dicono loro: Gli Amp Rive sono una band strumentale di Reggio Emilia, nata attorno ad Adriano e Luca dei The Death Of Anna Karina (UnhipRecords), assieme a Gualtiero Venturelli (chitarra) e Alessandro Gazzotti (basso). Nel corso del 2010 registrano i pezzi che vanno a comporre il loro primo album, presso l’Igloo Audio Factory di Correggio (RE) da Andrea Sologni (Gazebo Penguins) che ha fatto parte della band dal 2007 al 2010. Il cd intitolato “Irma Vep” è uscito il 1° Ottobre 2011 per l’etichetta francese Als Das Kind.

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


Lux – “Schiavo” [Mp3]

Margot Del Rei ha postato questo articolo il 27/12/2011
Audio Carne Fresca Rock + Pop //

ChiLux
Cosa: “Schiavo” (tasto destro e “save link as…” per scaricare)
Tratto da: “13”
Genere: folk punk rock cantautorale

Dicono loroLUX nasce alla fine del 2009, dall’incontro di Luca Usai (voce, piano e chitarra, fx) e Matteo Anelli (voci e percussioni), cui si è unito in seguito Paolo Laconi Tattusie (voce, contrabbasso, cello, fx). Lux ha condiviso il palco, tra gli altri, con i Tre Allegri Ragazzi Morti (Abbabula Festival), Melissa Auf De Maur (Karel Muisc Ex-po) e Paolo Benvegnù (NU-AS). Ora sono in studio per il secondo lavoro che uscirà per l’etichetta indipendente Sehaorse nel 2012.

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


Il 2011 in 10 canzoni (Francesco)

Francesco Eandi ha postato questo articolo il 26/12/2011
Audio Featured Metal + Punk Rock + Pop Video //

Questo è solo il primo di una serie di post in cui ogni autore di Penguins elencherà le sue canzoni dell’anno. Sì, originalissimo. Ma efficace…

Il problema di condensare il 2011 in sole 10 canzoni, è che sono solo 10. Ma fare di più voleva dire peccare di presunzione, o di logorrea digitale, che è anche peggio, e siccome siamo sotto Natale, in termini di peccati mi limito a quelli di gola. Canzoni, dicevamo. Non album. Importante sottolinearlo. Le mie sono queste – buon ascolto.

#1. Gotye – Somebody That I Used To Know

Ci sono canzoni che quando le senti hai come un’epifania immediata che ti fa pensare: ancora, fammela sentire ancora. E in maniera quasi compulsiva ti scopri a rimettere lo stesso brano dieci volte di fila, soffocando la consapevolezza che ogni ascolto ridimensiona l’effetto novità, il piacere della scoperta. Eppure anche dopo 50 ascolti il piacere dell’ascolto rimane tale. Succede solo con i classici, e questo, appena uscito, è già un brano classico.

Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


Merry Xmas Penguins! 10 canzoni per un Natale rocchenroll…

Margot Del Rei ha postato questo articolo il 24/12/2011
Audio Featured Metal + Punk Rock + Pop Video //

La più classica delle playlist per la più classica delle feste. Nel corso della loro storia, il Natale è un tema che decine di band hanno deciso di affrontare in maniera più o meno scanzonata, dalla riproposizione di classici della tradizione – da “Jingle Bells” a “White Christmas” – fino a brani inediti centrati sul Natale. Quella che segue è solo una selezione di una lista potenzialmente interminabile, più o meno indovinata, più o meno efficace. Sono i miei brani di Natale. Di alcune delle mie band preferite. Ed è il mio regale di Natale per voi! Buone Feste, pinguini!

Twisted Sister – Oh Come All Ye Faithful

Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


10 canzoni per aspiranti iniziati al culto dei Cathedral

Nico Segantin ha postato questo articolo il 23/12/2011
Audio Featured Metal + Punk Video //

I Cathedral, uno dei maggiori gruppi doom della storia,  dopo più di vent’anni di carriera ha recentemente dato l’addio al suo pubblico, con una serie di concerti che vi abbiamo raccontato. In arrivo prossimamente il lavoro di commiato (che dovrebbe intitolarsi “Last Spires”); ma per chi volesse essere iniziato al culto della band di Lee Dorrian, già ex cantante dei Napalm Death, ecco i 10 brani fondamentali. Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


Bastard Priest – “Ghouls Of The Endless Night”: c’è del marcio in Svezia

Nico Segantin ha postato questo articolo il 22/12/2011
Featured Metal + Punk Video //

Di tanto in tanto esce un disco che ti fa decisamente pensare che la nostalgia per il passato non sia una cosa poi così triste e sterile. Sono sicuro che i fan del death metal made in Sweden non possono che essere d’ accordo e non  avranno fatto passare sotto silenzio dischi come quelli di Death Breath, Necronaut e adesso il secondo Bastard Priest!

Dopo il debutto “Under The Hammer Of Destruction” i nostri ritornano con “Ghouls Of The Endless Night” e con loro ritornano le chitarre a motosega accordate nel profondo degli inferni, le batterie a mitraglia, la voce gutturale e putrida e un suono che profuma di low-fi, in maniera superba! E per chi ha vissuto negli anni novanta ci si sente a casa, perchè quel decennio non era solo Seattle (scena con la quale lo swedeath aveva in comune l’uniforme… la camicia a quadrettoni!) ma anche Stoccolma! Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


Nightwish – “Imaginaerum”: disco di frassino 2011?

Marco Banfi ha postato questo articolo il 21/12/2011
Metal + Punk Video //

Il 2011 sembrava volersi congedare senza lode, ma anche senza troppa infamia: e invece ci riserva proprio all’ultimo un colpo di coda con i fiocchi, alla voce “dischi di frassino“. Per capirci, quei dischi che in se’ non sono particolarmente brutti, ma talmente stantii ed insignificanti da acuire a dismisura il fastidio dell’ascoltatore.

Nella fattispecie, possiamo candidare senza timor di smentita “Imaginaerum“, nuova fatica degli oltremodo noti finlandesi Nightwish, al titolo di “disco di Frassino 2011″ per 2 ragioni principali: Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


Luminance Ratio e le impressioni sonore delle Musiche Possibili

Nico Segantin ha postato questo articolo il 20/12/2011
Carne Fresca Gallery Rock + Pop //

Si è conclusa ad Ivrea (TO) la rassegna musiche possibili che ha come intento la diffusione e l’ampliamento della cultura musicale attraverso l’interscambio e l’interazione tra tutti coloro che amano indagare nuovi panorami sonori. Il 17 dicembre toccava alla nostrana compagine Luminance Ratio, sul palco insieme a Luca Sigurtà, chiudere la rassegna annuale con un concerto svoltosi presso la suggestiva cornice offerta dalla locale Sinagoga.
Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!

Andrea Costanzo

Junk’s Trunk #11 – Playlist per un party…

Andrea Costanzo ha postato questo articolo il 19/12/2011
Audio Metal + Punk Rock + Pop //

Beh, non necessariamente un party, ma anche solo un ora e qualche minuto di piacevolezza e di spasso. Per questo episodio (su cui permane un po’ di tosse invernale, che ho cercato di limitare. Magia dell’autocontrollo, dell’editing e dello sciroppo), mi sono rilassato e ho semplicemente sciorinato una manciata di pezzi orecchiabili, divertenti, energici. Alzate il volume!

- The Wildhearts “I Wanna Go Where The People Go”
– Motley Crue “Kickstart My Heart”
– Led Zeppelin “Rock And Roll”
– Terrorvision “Oblivion”
– Ugly Kid Joe “Milkman Son”
– Sun “Stupid Tom”
– Alice Cooper “Poison”
– Blur “Song 2″
– Skin “Unbelievable”
– Gun “Word Up”
– Queen “Fat Bottomed Girls”
– Iggy Pop “Lust For Life”
– Kool And The Gang “Celebrate”

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


Goodbye Cesaria

Francesco Eandi ha postato questo articolo il 18/12/2011
Rock + Pop Video //

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


Oh no, riecco le classifiche di fine anno!

Margot Del Rei ha postato questo articolo il 17/12/2011
Featured Miscellanea Rock + Pop //

Il premier italiano Mario Monti si è recentemente espresso sulla manie delle classifiche di fine anno: "Leggo di liste di oltre 100 dischi per l'anno in corso. E' roba da tempi di vacche grasse. Ora bisogna tagliare - limitatevi a 4 o 5 canzoncine!". La CGIL ha immediatamente preannunciato uno sciopero.

E’ il massimo dell’onanismo musicofilo: la irrinunciabile, ineluttabile, inevitabile, irrimandabile classifica dei dischi più… belli? fichi? spessi? dell’anno appena passato (o in via di dipartita).

D’altra parte siamo una generazione schiava di Nick Hornby: nessuno ricorda di lui molto più che non le classifiche di “Febbre a 90″, ma quelle ci hanno toccato nel profondo. E quindi il web – limitatamente alla parte che consulto più spesso, ovvero siti e risorse correlate alla musica – è tutto un fiorire di poll, di charts, di tops, di best of.

Oh, ci arriveremo anche noi, sia chiaro. Perchè onanisti in fondo lo siamo tutti (d’altra parte Woody Allen diceva: “Non condannate la masturbazione. È fare del sesso con qualcuno che stimate veramente!”). Ma in attesa che anche noi si metta giù qualcosa di top e di poll e di best, le seguenti sono abbastanza godibili. Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!

Andrea Costanzo

Korn – “Path Of Totality”: trasfigurazione parzialmente fallita

Andrea Costanzo ha postato questo articolo il 16/12/2011
Featured Metal + Punk Video //

Recensione problematica. Molto problematica. Ma mi ritengo tutto sommato in grado di potercela fare.

La trasfigurazione del proprio suono non è una novità, in ambito rock, soprattutto quando si parla di band che già erano a cavallo tra generi disparati e mal soffrivano di essere catalogati come appartenenti ad una sola, specifica categoria. A dire il vero, il fenomeno si radica fino alla storia del rock classico (con le prime contaminazioni con synth e dance music apparse negli anni ’80, in dischi di band non sospette come Priest, Sabbath o Led Zeppelin). I puristi l’hanno chimata “commercializzazione” (parola che non ho mai compreso a pieno), altri “evoluzione“. Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


Candy Fish – “From Brisbane to Here” [Mp3]

Margot Del Rei ha postato questo articolo il 14/12/2011
Audio Carne Fresca Rock + Pop //

Chi: Candy Fish
Cosa: “From Brisbane to Here” (tasto destro e “save link as…” per scaricare)
Tratto da: “So Long And Thanks… For The Candy Fish” (single)
Genere: Alternative/electro-pop

Dicono loro:Candy Fish nasce all’inizio del 2011. A settembre ha registrato un disco con la co-produzione e l’aiuto delle mani d’oro di Giacomo Fiorenza (produttore per Yuppie Flu, Giardini di mirò, Benvegnù, Moltheni, I cani etc..)un disco di 10 tracce.Che musica suona?
Electro? Indie? sicuramente è POP. Poi per le etichette ci rimettiamo agli altri. A partire da ora vuole sguazzare nel mare magnum della musica indipendente italiana, aiutatelo a nuotare!

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!

Andrea Costanzo

Junk’s Trunk # 10 – Crossover e altri miscugli

Andrea Costanzo ha postato questo articolo il 13/12/2011
Audio Metal + Punk Rock + Pop //

Vernon Reid del Living Colour. Qui sta suonando proprio proprio "Cult Of Personality".

Questa settimana un episodio un po’ più corto del solito, causa malesseri invernali. Un’ora e mezza dedicate all’arte del crossover, funk-metal, rap-rock, etc…. quando ancora la nefanda etichetta “Nu Metal” era lontana…..

- Faith No More “Epic”
- Rage Against The Machine “Bombtrack”
- Living Colour “Cult Of Personality”
- 24-7 Spyz “Breaking The Chains”
- Run Dmc “King Of Rock”
- Suicidal Tendencies “Send Me Your Money”
- Infectious Grooves “Violent And Funky”
- Primus “Wynona’s Big Brown Beaver”
- Snot “Stoopid”
- Red Hot Chili Peppers (the real ones) “Knock Me Down”
- Urban Dance Squad “Deeper Shade Of Soul”
- Fishbone “Ghetto Soundwave”
- 311 “Down”

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!

Giulio Anichini

“The Big Apple”: dove iTunes ha vinto (e i negozi musicali hanno perso)

Giulio Anichini ha postato questo articolo il 12/12/2011
Featured Miscellanea //

Coda a New York il giorno dell'uscita dell'iPad

Tre mesi e mezzo a New York per lavoro/studio rappresentano un’esperienza notevole dal punto di vista culturale e sociale, soprattutto per chi, come me, a New York non c’era proprio mai stato. Qui si lavora molto e si bada al sodo, tutto ciò che è collaterale è facile (deve esserlo): laundries che lavano e asciugano in un’ora (giusto il tempo di studiarsi il capitolo di un libro per l’esame); subway attiva 24/7; colazione/pranzo/cena al volo, magari per strada mentre si va al lavoro o magari con i colleghi mentre SI lavora (il famoso brunch…); taxi economici e continuamente reperibili; pagamenti solo con carta di credito (così non c’è il problema del resto o del contante da controllare); wireless gratuita ovunque; e Starbucks, dove, se hai 5 minuti di tempo libero e un paio di mail da controllare, puoi sederti accanto ad altre 10/15 persone intente a sorseggiare un bibitone dal vago gusto di caffè e ad armeggiare con i loro MacBook air / iPad / MacBook pro. Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


5 blog che dovete conoscere: in un caso anche per starne alla larga

Francesco Eandi ha postato questo articolo il 11/12/2011
Featured Metal + Punk Miscellanea Rock + Pop //

A volte è impossibile riuscire a immaginarsi i lettori...

E’ uno strano di mix di egocentrismo, passione per l’argomento trattato e indomita propensione al cazzeggio (che sopravvive anche quando il tempo libero scema drasticamente) quello che spinge qualcuno ad aprire un blog – nella fattispecie, un blog a carattere musicale. Ma nonostante ognuno di noi faccia storia a sè, questo mix di elementi pare non essere così difficile da venire a crearsi, visto il pullulare di blog, siti, webzine che spaziano dal pop rock all’heavy estremo.

E nel mare magnum della logorrea online – quanto meno quella che si realizza sotto forma di post, tag e categorie, quindi il pane quotidiano del blogger – mi sembra giusto raccontarvi quali sono gli approdi che di tanto in tanto gradisco fare, e che quindi mi sento di suggerire, e quali invece sono gli attracchi da cui stare alla larga. Restringendo l’indagine al solo ambito blog “minori”, o comunque non NME.com e affini, perchè davvero non penso che interessi qualcuno che Stereogum mi piace, mentre Pitchfork (terribile resyling, a proposito) non lo posso reggere. Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


Cathedral: a Londra si è consumato l’addio (e noi c’eravamo!)

Nico Segantin ha postato questo articolo il 10/12/2011
Featured Metal + Punk Video //

L’occasione era clamorosa: i Cathedral e il loro concerto di addio all’ HMV Forum di Londra.

Una scelta coraggiosa, per quanto triste, che merita le code all’aeroporto, i trasferimenti a notte fonda in una Londra che pare satura di ubriaconi, i soldi spesi in poster e vinili esclusivi e tutto quello che una trasferta del genere può comportare. Il locale è assolutamente l’ideale per seguire il concerto aperto dai simpatici e festaioli Gentleman’s Pistols che ti accolgono all’interno del forum (che sembra più un cinema, per la verità) con un’atmosfera quasi familiare ed assai calda anche se il locale deve ancora riempirsi a dovere. Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


L’eleganza del lupo: Patrick Wolf affascina Ravenna

Francesca Garattoni ha postato questo articolo il 09/12/2011
Featured Gallery Rock + Pop //

Patrick Wolf

Non so se ci sono parole per esprimere completamente quello che è stato il concerto di Patrick Wolf : lo spettacolo che si è presentato agli occhi del pubblico che ha riempito fino all’esaurimento il Bronson di Ravenna è stato qualcosa di inaspettatamente… bello. Si possono provare a trovare mille altri aggettivi per descrivere un concerto intimo, interamente acustico, prevalentemente per violino e pianoforte e con qualche incursione di ukulele e arpa, ma credo che “bello” rispecchi nella sua semplicità e nel suo senso più profondo l’essenza dell’esperienza vissuta. Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


Marina And The Diamonds: il pop ai tempi di internet

Francesco Eandi ha postato questo articolo il 08/12/2011
Audio Carne Fresca Featured Rock + Pop Video //

Una carriera nel pop, ai tempi di internet, richiede un fervore discografico compulsivo – almeno quanto quello della scena punk / hc degli anni ’80 e ’90. Vale a dire: full lenght? Sono out. Singoli e Extended Plays? Sono in. Mancano gli split (quelli del tipo “una band sul lato A, un’altra band sul lato B”), ma forse perchè a differenza dei 45 giri, gli mp3 non hanno lati da condividere.

Così Marina & The Diamonds, gallese di origini elleniche (Marina Lambrini Diamandis è il vero nome), dal 2010 ha partorito un solo album propriamente detto (“The Family Jewels”), ma in compenso si ritrova con tutto un fiorire di singoli, EP, riedizioni acustiche di altri singoli, remix e via dicendo che le consentono di aver qualcosa di nuovo da gettare in rete ogni pochi mesi. Con delle politiche markettare molto interessanti, caso mai vi occupaste di promozione tramite internet, del tipo scarica-questo-brano-gratis-ma-prima-dimmi-la-tua-email-così-entri-nel-mio-sistema-di-CRM-e-ti-posso-contattare-sempre.

Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


La luce in fondo al tunnel (del Gotthard)

Marco Banfi ha postato questo articolo il 06/12/2011
Metal + Punk Video //

Abbiamo parlato nei mesi scorsi dell’ecatombe di musicisti che sta colpendo l’hard&heavy negli ultimi anni. In alcuni casi, si trattava di artisti in una fase di carriera solista, ma in altri la dipartita di un membro della band ha messo il gruppo di fronte a un bivio: arrendersi al lutto o proseguire? e, nel caso, con che potenziali rischi?

Certo, se gli AC/DC avessero smesso dopo Bonn Scott, oggi non avremmo “Highway to Hell” o “Thunderstruck”, ma spesso i sostituti – specialmente di frontmen, defunti o semplicemente partiti per altri lidi – hanno solo contribuito a ridicolizzare band che potevano tranquillamente lasciare la scena all’apice della carriera. Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!

Andrea Costanzo

Junk’s Trunk #9: lo chiamavano “Punk Rock”

Andrea Costanzo ha postato questo articolo il 05/12/2011
Audio Metal + Punk //

Puntuale come le tasse, la morte, e i malesseri invernali, ecco il nuovo episodio del mio personale esperimento nel podcasting. Questa volta ho voluto scorrazzare nell’universo del punk e di tutti i suoi consaguinei. Si parla di punk autentico e settantiano, chiaro, niente Green Day or Offspring (suvvia…)

La playlist:

- Ramones “Sheena Is A Punk Rocker”
- The Dictators “Cars And Girls”
- Dead Boys “Sonic Reducer”
- Damned “New Rose”

Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


Good Morning Finch – “Estate” [Mp3]

Margot Del Rei ha postato questo articolo il 04/12/2011
Audio Carne Fresca Rock + Pop //

ChiGood Morning Finch
Cosa: “Estate” (tasto destro e “save link as…” per scaricare)
Tratto da: “Estate” (single)
Genere: post rock

Dicono loroIl loro sound è stato influenzato da band che si rifanno a tipiche sonorità Post-rock e Shoegaze. Il loro primo demo “40 years ago” è stato pubblicato su siti specializzati nel genere in Italia, Polonia, Giappone, Francia, Germania, Romania e Stati Uniti. Alcuni dei loro brani sono stati utilizzati come colonna sonora di cortometraggi in Spagna e Germania. Dopo la promozione della demo in giro per la Sicilia la band è entrata in studio per registrare il primo album, ad anticiparlo è uscito nel novembre 2011 il videoclip di “Estate”

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


“Se una notte d’inverno un viaggiatore”: la compila invernale di Penguins!

Francesco Eandi ha postato questo articolo il 02/12/2011
Audio Featured Rock + Pop //

Dopo il successo della compila estiva, non potevamo esimerci dal proseguire sulla strada della manciata-di-canzoni-che-vi-fanno-stare-bene. In chiave invernale, of course. E allora eccole: 15 tracce col meglio del loro meglio. Pronte a farvi da colonna sonora mentre scartate i regali, fate slalom tra i parenti durante il cenone, leccate la teglia dello zampone, vi fate di bicarbonato per sopportare gli eccessi enogastronomici e parentali. Da Agnes Obel a Antimatter, da Lali Puna a Of Montreal, ecco “Se una notte d’inverno un viaggiatore“, la compila dell’inverno 2011/2012.

Scaricatela da qui: bella, legale, gratuita. Non si può dire contemporaneamente di molte cose nella vita, vero?

Il contenuto:

When Saints Go Machine – Kelly
!!! – Jamie, My Intentions Are Bass
Agnes Obel – Brother Sparrow
Antimatter – Leaving Eden
Cowboy Junkies – Sing In My Meadow
GusGus – Over
J. Mascis – Not Enough
Lali Puna – Remember
Lacrymosa – Good Ar Heart (RAC Maury Mix)
Of Montreal – Wintered Debts
Marina & The Diamonds – Starring Role
Sebadoh – Rebound
Sleeping Bags – Park
Screeching Weasel – Try Colour

La splendida foto di copertina è di Francesca Garattoni. E per chi se lo chiedesse, razza di ignoranti, il titolo è un tributo a Calvino. E ora, download!

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


Penguins’ zeitgeist (novembre 2011)

Margot Del Rei ha postato questo articolo il 01/12/2011
Miscellanea //

Cari pinguini, questi i post che avete maggiormente letto in quel di novembre due zero uno uno.

1. Megadeth – “Th1rt3en”: che sorpresa, non è nemmeno un brutto disco! (Andrea Costanzo)
2. Indie playlist for girls (ovvero le 10 canzoni indie dedicate all’amata) (Niccolò Mulas)
3. 10 canzoni per una degna festa di Halloween (Margot DelRei)
4. Metallica, questo è quello che vi meritate (Francesco Eandi)
5. Freddie Mercury – 20 anni (sottoterra) e non sentirli (Marco Banfi)
6. Puscifer – Conditions of my Parole, ovvero l’importanza di chiamarsi… (Francesco Eandi)
7. La rara virtù del sapere quando uscire di scena – dai Beatles ai Mayhem… (Giulio Anichini)
8. The (Face)book of the dead, o l’arte del necrologio condiviso (Marco Banfi)
9. Che fine ha fatto Robert Smith? Ha prestato la voce ai giapponesi (Francesco Eandi)
10.  Radio? No grazie: il grande mondo del podcasting (e i miei preferiti) (Andrea Costanzo)

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!

cerca

Loading

seguici!

avete condiviso...

ultimi post

blogroll

newsletter

Inserisci la tua email per ricevere la newsletter settimanale! :)