fblogo Kico-On-Holiday-penguins-of-madagascar-11694823-1311-1080 Old Man Gloom blur Recensioni utili solo a seminar zizzania: Manowar – The Lord of Steel Ci sono momenti nella vita in cui uno dovrebbe dire "basta" all'uso indiscriminato dell'eyliner. Melvins Lite
Hot Tags: pop  Junk's Trunk  mp3  live  playlist  heavy metal  Doom metal  rock  

My my, hey hey Rock and roll is here to stay! — Neil Young

naviga

eventi

speciali

compile

PARTNER


I Mastodon prima di “The Hunter”: l’essenziale da sapere, in 10 canzoni

Nico Segantin ha postato questo articolo il 05/10/2011
Audio Metal + Punk Video //

Se, come si disquisiva qualche post or sono, il metal e la musica pesante sono in crisi, occorre, ora più che mai, rendere merito ad uno dei pochi gruppi in grado di imporre un minimo di stile e personalità nuovi, praticamente in tutti gli anni 2000: il suo nome è Mastodon, criticateli, contestateli oppure amateli ma siate consapevoli che senza di loro la musica che amate sarebbe infinitamente più triste e senza speranza: occasione in  più per ripercorrere in dieci brani il loro percorso antecedente a “The Hunter”. Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!

Riccardo Osti

Steven Wilson – “Grace For Drowning”. Un altro disco da avere, decisamente.

Riccardo Osti ha postato questo articolo il 04/10/2011
Audio Featured Rock + Pop //

http://www.youtube.com/watch?v=DevSBj_iF4A

Dove Steven Wilson è veramente Steven Wilson? Nei panni di leader schivo e carismatico dei Porcupine Tree? Oppure tra le pieghe electro-ambient dei Bass Communion? Forse nel prog più diretto dei Blackfield? O ancora nelle multiformi sfaccettature della creatura No-Man? Io credo che Steven Wilson sia davvero Steven Wilson quando rimane solo Steven Wilson, come quando ha pubblicato un lavoro intimista e – diciamolo – sofferto come “Insurgentes” dove, per forza di cose, si respirava aria di Porcupine Tree ma nel contempo emergeva più nuda che mai la personalità del musicista inglese. Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!

Davide Mana

The science-fiction playlist (e che la forza sia con voi)

Davide Mana ha postato questo articolo il 03/10/2011
Audio Featured Rock + Pop Video //

Davide Mana è un autore e cultore di fantascienza (in realtà è molte altre cose ancora, come potete leggere nella sua bio che riportiamo in fondo). Dal suo blog strategie evolutive distilla perle di conoscenza e di critica sul genere. Per questo gli abbiamo chiesto di affrontare per Penguins un tema non insolito – quello del rapporto tra rock e fantascienza – in maniera un po’ leggera – come ad esempio per tramite di una playlist. Questo è il risultato.

Una play list sulla fantascienza? Dio che responsabilità.

Fantascienza e rock sono sempre stati in qualche modo intrecciati – Michael Moorcock scriveva testi per i Blue Oyster Cult, e il suo personaggio Jerry Cornelius si caricava (letteralmente) ascoltando Hendrix prima di assassinare il Papa, e c’è uno splendido piccolo romanzo intitolato “Buddy Holly is Alive on Ganymede”. E poi i Gong coi loro gnomi sui dischi volanti, gli Alan Parsons Project che mettono in musica “I, Robot”…

Ecco, c’è così tanta fantascienza nel rock’n'roll, che non si può provare una fitta di panico. Una play list, dieci pezzi… Sarà un colossale prog-fest con derive psichedeliche? Hawkwind, Grateful Dead, Jefferson Starship… giù giù fino ai Transatlantic, agli Spock’s Beard… Oppure una desolata rassegna di space-disco, partendo da “I Lost My Heart to a Starship Trooper”? Gli Styx col loro “Domo Arigato Mr Roboto”, che la conosce pure Homer Simpson? O i Metallica che fanno la Marcia Imperiale di Star Wars?

Ci finiranno dentro i deliri randiani dei Rush o l’astronave/hamburger al neon degli Electric Light Orchestra? Si potrà dire Electric Light Orchestra, su Penguins Love to Rock? Perché qui gira gente che la musica la conosce, la frequenta, la ama con passione. E gli ELO, beh, gente in gamba, Jeff Lynne è un grande arrangiatore, ma in giro fra quelli che se ne intende, dire ELO è decisamente uncool

E parlando di uncool… ”Calling Occupants of Interplanetary Craft”…? Ok, Karen Carpenter aveva una voce meravigliosa, ma andiamo… The Carpenters?! No no no… E i Muse… dove li metto, i Muse? Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


Per i Sunn O))) si aprono le porte del carcere di Torino…

Nico Segantin ha postato questo articolo il 02/10/2011
Featured Gallery Metal + Punk Video //

Che ai Sunn O))) piaccia suonare in posti non convenzionali è cosa nota a chiunque li segua – basti considerare la storica performance nel duomo di Bergen, in Norvegia. Questa volta tocca a Torino (29/09)  fornire lo scenario, e lo fa aprendo le porte dell’ ex carcere: in uno stanzone sormontato da due ballatoi sui quali si aprivano le celle e dotato al centro di una misteriosa scala che scende nei sotterranei – e dalla quale sale l’immancabile ghiaccio secco – sono alloggiati i loro imponenti amplificatori, pronti a scuotere questo luogo di sofferenza dalle fondamenta. Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


Penguins’ zeitgeist (settembre 2011)

Margot Del Rei ha postato questo articolo il 01/10/2011
Miscellanea //

Puntuale come un’intercettazione di Silvio, ecco i 10 post più letti in settembre.

Due sfruculiamenti anche sul loro significato? Eccoli: amate disquisire su questioni impossibili da risolvere (tipo se il metal sia o meno in declino), e anche se molti apprezzano i suoni ruvidi e potenti, sotto sotto siete dei teneroni che ascoltano ancora le canzoni d’amore. Amate la letteratura e soprattutto continuate imperterriti a scaricare musica gratis. Piaciuto il ritratto? Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!

Enrico Gregorio

Dente, i singoli apripista e il mestiere del cantautore

Enrico Gregorio ha postato questo articolo il 01/10/2011
Carne Fresca Rock + Pop Video //

Forse non lo sapevate, ma “Io Tra Di Noi” (Ghost Records), il nuovo disco di Dente, uscirà l’undici ottobre a due anni da quel gran bel lavoro – il terzo – che era “L’Amore Non E’ Bello”.

E se non lo sapevate, sapevatelo; e con ciò sappiate anche che “Saldati” è il primo singolo estratto, dove ancora una volta con il suo consueto lirismo, stralunato e ubriaco, Giuseppe Peveri  (Dente, appunto) canta di una storia d’amore, compiendo ampie bracciate nel cosmo personale che si è ritagliato e che piace un po’ a tutti. Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!

Post successivi »

cerca

Loading

seguici!

avete condiviso...

ultimi post

blogroll

newsletter

Inserisci la tua email per ricevere la newsletter settimanale! :)