fblogo Kico-On-Holiday-penguins-of-madagascar-11694823-1311-1080 Old Man Gloom blur Recensioni utili solo a seminar zizzania: Manowar – The Lord of Steel Ci sono momenti nella vita in cui uno dovrebbe dire "basta" all'uso indiscriminato dell'eyliner. Melvins Lite
Hot Tags: pop  Junk's Trunk  mp3  live  playlist  heavy metal  Doom metal  rock  

Stay hungry, stay foolish — Steve Jobs

naviga

eventi

speciali

compile

PARTNER

Angelo Mora

Gente che ne sa #1: il 2011 di Angelo Mora

Angelo Mora ha postato questo articolo il 23/01/2012
Audio Featured Metal + Punk Video //

Se vi interessate di tutto ciò che va dall’hard rock al metal più estremo, sapete necessariamente chi è Angelo Mora: piemontese, 35 anni, scrive di musica rock/metal da quando ne ha 19, è stato per diversi anni caporedattore di Psycho! e di Metal Hammer. In libreria trovate più di un testo a sua firma (e abbiamo avuto il piacere di collaborare a proposito del libro qui citato). Oggi collabora con Rock Hard e tiene pure un piede nel lato oscuro della forza (la discografia), lavorando per Scarlet Records e Bakerteam Records. Gli ho chiesto di raccontarci il suo 2011 (dopo che ci siamo divertiti parecchio a farlo noi) in termini di canzoni… (Francesco)

# 1. Social Distortion – Far side of nowhere

Dedicata a tutti quelli che “i Social non fanno più hardcore”. Breaking news: non lo fanno più dal 1988, circa.

# 2. Michael Monroe – Superpowered Superfly

L’ha scritta Ginger dei Wildhearts, la canta Michael Monroe degli Hanoi Rocks e sembra uno dei pezzi più belli dei Cheap Trick: può bastare, no?

# 3. Chickenfoot – Different Devil

La voce di Sammy Hagar è sinonimo di buon umore, divertimento e spensieratezza. Specie se la canzone che sta sotto è orecchiabile, vibrante e suonata da Dio…

Different Devil by Chickenfoot

 # 4. Off! – Darkness

Un minuto netto di perfezione punk rock californiana alla Black Flag: non per niente la urla Keith Morris (e la grafica l’ha curata Raymond Pettibon) … Anthony Kiedis dei Red Hot Chili Peppers gli sta facendo una pubblicità pazzesca!

# 5. Primordial – No Grave Deep Enough

Sangue, fuoco e morte: l’heavy metal “pagano” come l’hanno insegnato i Venom e perfezionato i Bathory.

http://www.youtube.com/watch?v=DcMCbOW7u1k

 # 6. Rival Sons – White Noise

Lo chiamano classic rock, ma in genere è solo un misto di revival anni ’70 & mestiere. Tranne nel caso dei Rival Sons, però, che hanno talento e palle da vendere.

09 White Noise by ThatEricAlper

 # 7. Mastodon – Curl of the Burl

Se solo fossero carismatici anche dal vivo, avremmo forse il gruppo metal ideale del terzo millennio.

 # 8. Living Deäd Lights – Live & Die

Non dico che questa canzone avrebbe potuto ben figurare nel disco di debutto dei Guns N’ Roses. Ma in quello dei Buckcherry, sì.

01 Live & Die by Living Dead Lights

# 9. (ex aequo) A Pale Horse Named Death – Die Alone / Forgotten Tomb – Joyless

A New York e a Piacenza (!) hanno raccolto il pesante testimone di Peter Steele e dei Type O Negative: in chiave “Alice In Chains”, i primi, e black metal, i secondi. Ben fatto, necrofili.

http://www.youtube.com/watch?v=TkjqrOriLYg

# 10. Morbid Angel – Blades for Baal

In un disco a dir poco controverso, i Morbid Angel cacciano fuori comunque un classicone “vecchia scuola” da brividi. Ideale per un tè alle 5 in compagnia di Cthulhu.

Bonus-track: Adele – Someone like you

Per accorgersi che è una canzone è splendida, basta ascoltarla una volta sola. E poi altre mille.

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Leggi anche: Commenta!

cerca

Loading

seguici!

avete condiviso...

ultimi post

blogroll

newsletter

Inserisci la tua email per ricevere la newsletter settimanale! :)