fblogo Kico-On-Holiday-penguins-of-madagascar-11694823-1311-1080 Old Man Gloom blur Recensioni utili solo a seminar zizzania: Manowar – The Lord of Steel Ci sono momenti nella vita in cui uno dovrebbe dire "basta" all'uso indiscriminato dell'eyliner. Melvins Lite
Hot Tags: pop  Junk's Trunk  mp3  live  playlist  heavy metal  Doom metal  rock  

What makes the most money for this business? Dead rock stars. — Courtney Love

naviga

eventi

speciali

compile

PARTNER


Piccolo è bello! Underground Symphony e My Kingdom Music, motori dell’underground italico

Marco Banfi ha postato questo articolo il 16/10/2011
Audio Metal + Punk //

C’erano una volta le major, colossi discografici che facevano a gara per mettere sotto contratto artisti di ogni razza e qualità in nome del dio denaro. E ci sono tutt’ora, ma non è di loro che vi voglio parlare. Perché una volta c’erano anche delle micro-etichette in grado di produrre fenomenali lavori, spesso bellamente ignorati dai più, ma pur sempre fenomenali. Personalmente, pensavo fossero sparite inghiottite dal crollo del metal e dalla pirateria, ma sto scoprendo con piacere che almeno in un paio di casi non è stato così…

Il primo è quello della Underground Symphony, attivissima a cavallo tra gli anni ’90 e 2000 nel proporre ottimi gruppi italiani (su tutti, i progsters Helreid e il primo lavoro dei Crown of Autumn) in splendidi digipack cartonati splendidamente curati nell’artwork. Oggi, l’etichetta di Maurizio Chiarello, standardizzatasi (per motivi di mercato, suppongo) nei formati e sbarcata in forze su Ebay, vanta nel suo catalogo band – per l’appunto – “underground” ma di assoluto valore, come Adramelch e Fury’n'Grace ed una nutrita schiera di band degli anni ’90 che farebbero di sicuro la gioia – complici anche dei prezzi competitivi – di chi col power di metà anni ’90 è cresciuto.

Macabro Fury’n'Grace – Macabro

Adramelch – Zephirus

Nomi di punta della seconda etichetta, la My Kingdom Music, sono di sicuro i Crown of Autumn, di cui abbiamo parlato non molto tempo fa, i Klimt 1918 ed i Drakkar, ma anche in questo caso il rooster dell’etichetta è piuttosto nutrito, a testimonianza che la formula “telematica” tutto sommato permette anche a realtà di questo genere di sopravvivere all’attuale contingenza decisamente sfavorevole.

At The Crystal Stairs Of Winter sample.mp3 di Crown Of AutumnCrown of Autumn – At the Crystal Stairs of Winter (sample)

Skygazer di Klimt 1918Klimt 1918 – Skygazer

Per correttezza, all’elenco andrebbe aggiunta la Dragonheart Record di Enrico Paoli (chitarrista dei Domine), ma il sito dell’etichetta è fermo al 2008 e non ho notizie di ulteriori uscite… la speranza è che il nuovo disco della band fiorentina sia anche l’occasione per rivedere attiva un’etichetta che ha dato veramente tanto al metal italiano.

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Leggi anche: Commenta!

cerca

Loading

seguici!

avete condiviso...

ultimi post

blogroll

newsletter

Inserisci la tua email per ricevere la newsletter settimanale! :)