fblogo Kico-On-Holiday-penguins-of-madagascar-11694823-1311-1080 Old Man Gloom blur Recensioni utili solo a seminar zizzania: Manowar – The Lord of Steel Ci sono momenti nella vita in cui uno dovrebbe dire "basta" all'uso indiscriminato dell'eyliner. Melvins Lite
Hot Tags: pop  Junk's Trunk  mp3  live  playlist  heavy metal  Doom metal  rock  

We learned more from a three minute record than we ever learned in school — B. Springsteen (No Surrender)

naviga

eventi

speciali

compile

PARTNER

Andrea Costanzo

Alice meets Ke$ha: l’incontro che sciocca i puristi (e non stupisce le persone normali)

Andrea Costanzo ha postato questo articolo il 23/07/2011
Featured Metal + Punk Miscellanea Rock + Pop Video //

E’ Accaduto ai primi di Luglio sul palco di uno degli show della bionda Trash Popster americana.

Qualcuno tra voin può aver udito Ke$ha  solo attraverso i suoi tamarrismi hit alla radio, primo tra tutti, l’agghiacciante “Tik Tok”, puro esempio di Crack Music (valore zero, potere additivo altissimo e senso della decenza nullo) :

Fatto sta che durante uno Show dello “Shock Tour” di Ke$ha, nel bel mezzo della cover di “School’s Out”, tra uomini trvestiti da pene, coriandoli, fuochi d’artificio, finti travestiti che mimavano atti sessuali e altrte delizie,Alice Cooper è spuntato sul palco.

Le reazioni sono state generalmente divertite e quasi ammirate da parte dei fan di Ke$ha. Chi non ha la minima idea di chi Alice Cooper fosse (e credetemi, ci sono parecchie persone che hanno completamente dimenticato il buon Alice) si è chiesto chi diavolo fosse questo nonnetto saltellante e in perfetta froma che si destraggiava sul palco con aria divertitissima.

E, ovviamente, un gran numero di puristi (che come al solito sono pertennemente pronti a scattare per rompere i maroni) hanno gridato allo scandalo. Chi ha strillato “come si è ridotto” (meglio una comparsata per un pubblico sold out di giovani che un’ arena mezza vuota di vecchi rocker sclerotici, IMHO). Chi addirittura ha urlato alla “Morte del Rock”.

E qui a mio parere stanno le contraddizioni. Il Rock, si è sempre prestato a improvvise commistioni col pop più osceno. E non parlo di Crossover, parlo di Christina Aguilera che compare sul palco degli Stones, Ozzy che collabora con Justin Bieber o  Hannah Montana che canta “Smells Like Teen Sprit”

Benché alcune delle suddette commistioni siano scandalose in quanto a risultati (vedi l’esempio di miss Montana/Cyrus), l’ospitata di Cooper a mio pare ha perfettamente senso. Alice si è rilanciato come rocker di nicchia recentemente, ma ha sempre amato il pop (basta ricordare il suo periodo da Top Of The Pops, quando “Poison” era la canzonetta favorita da un sacco di teenager). Ha sempre amato venire a contatto con fasce di pubblic0 diverse da quella tradizionale, finchè, vedendo un suo clone di poco talento (Manson) avere il triplo del successo che lui aveva, ha deciso di riciclarsi come macchiettistica parodia di se stesso.

Onestamente trovo sia più vitale per l’idea di rock come animale festaiolo e trasgressivo, questa apparizione ad un live show zeppo di fan urlanti, promiscui e amanti della provocazione, che qualsiasi show che guarda scleroticamente al passato.

Alice Cooper: Fun
Ke$ha: Fun
What’s The Problem?

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Leggi anche: Commenta!

cerca

Loading

seguici!

avete condiviso...

ultimi post

blogroll

newsletter

Inserisci la tua email per ricevere la newsletter settimanale! :)