fblogo Kico-On-Holiday-penguins-of-madagascar-11694823-1311-1080 Old Man Gloom blur Recensioni utili solo a seminar zizzania: Manowar – The Lord of Steel Ci sono momenti nella vita in cui uno dovrebbe dire "basta" all'uso indiscriminato dell'eyliner. Melvins Lite
Hot Tags: pop  Junk's Trunk  mp3  live  playlist  heavy metal  Doom metal  rock  

Rock’n’roll has absolutely nothing to do with music. It’s much more than music. Rock’n’roll is who you are. — Lux Interior

naviga

eventi

speciali

compile

PARTNER


The blogs they are a changin’

Francesco Eandi ha postato questo articolo il 05/09/2012
Featured Miscellanea //

La cover della fanpage di Penguins Love To Rock. Carina no?

Citiamo Bob Dylan come l’abbiamo tirato in ballo all’inizio.

Qualcosa deve cambiare, altrimenti ci si annoia. Abbiamo sperimentato per poco più di un anno la strada del m-blog (music blog, come dicono i fighetti) , un po’ in bilico tra il post sbrodolato (ma senza esagerare) e l’input twitteroso (ma un po’ meno sintetico di 140 caratteri). E in un caso e nell’altro, post lunghi o corti, abbiamo cercato di segnalarvi la musica che secondo noi (che ci pregiamo di avere un gusto musicale superiore, ovviamente!) valeva la pena scoprire, ascoltare, riascoltare, perfino acquistare (o azioni surrogate simili).

Ed è quello che continueremo a fare, ma cambiando medium, non più attraverso un blog tradizionale (che un po’ hanno anche stufato) ma in maniera molto più light attraverso, semplicemente, la nostra pagina di Facebook. Ogni giorno (o giù di lì) continueremo la nostra missione (si fa per dire) con semplici updates della pagina.

Iscrivetevi, se vi va.

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


Anche i pinguini vanno in ferie

Francesco Eandi ha postato questo articolo il 23/07/2012
Featured Miscellanea

…Avrete notato qualche rallentamento nelle ultime 2 settimane quanto a nuovi post. Tutta colpa della nuova versione del sito, che sta portando via più tempo del previsto. Ma a proposito di tempo – ehi, è fine luglio, fa un caldo bestia, ed è stato un anno molto, molto denso! E allora sappiatelo – noi qui chiudiamo anticipatamente a scopo meritate ferie agostane. Ci si vede a settembre (forse, se non decidiamo di aprire una rivendita di esche marine da qualche parte nel Pacifico, alla Frankie Machine). See ya, come si dice dalle mie parti in provincia di Cuneo.

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!

Andrea Costanzo

Junk’s Trunk #39 – Improbabili Duetti

Andrea Costanzo ha postato questo articolo il 16/07/2012
Audio Metal + Punk Rock + Pop //

Pezzi a due voci. A volte impropnibili e trash, a volte brillanti. Una discussione contrastatissima, e controversa. Uno dei due host ama i Queensryche, l’altro li odia. Guerra!

- Alice Cooper And Kesha “What Baby Wants”
- Of Monsters And Men “Little Talks”
- Chris Cornell And Eddie Vedder “Hunger Strike”
- Glen Hansard And Marketa Ivaglova “Falling Slowly”
- Placebo And David Bowie “Without You I’m Nothing”
- Paula Abdul and MC Skat Cat “Opposites Attract”
- Nick Cave And Kylie Minogue “Where The Wild Roses Grow” Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


Old Man Gloom – “No”: Il ritorno che non ti aspetti!

Nico Segantin ha postato questo articolo il 11/07/2012
Audio Featured Metal + Punk //

Chi ci segue sa che da tempo Aaron Turner (ex- Isis) è un sorvegliato speciale di penguinslovetorock, ma che ora si mettesse a dare nuova vita agli Old Man Gloom, in pochi ci avrebbero scommesso, visto che il gruppo non dava traccia di se’ dal 2004.

Eppure, tra un impegno ed un altro, il nostro è riuscito a fare uscire un nuovo lavoro sotto il nome che raggruppa anche Nate Newton (Converge), Santos Montano (Zozobra) e Caleb Scofield (Cave In, Zozobra).

Va detto che il disco risulta tutt’altro che di facile ascolto, nel suo continuo migrare tra una versione moderna dell’hard core (che pare essere un territorio comune ai quattro) ad algide diluizioni del suono in chiave noise-ambient, fino a sconfinare in una forma piuttosto oppressiva di sludge… una sorta di mattone probabilmente difficile da assimilare ma in grado di regalare doverose soddisfazioni a chi dovesse lanciarsi nell’impresa.  Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!

Andrea Costanzo

Junk’s trunk #38 – Colonna sonora per celluloide sprecata

Andrea Costanzo ha postato questo articolo il 08/07/2012
Audio Metal + Punk Rock + Pop //

A quanti di voi è capitato di vedere un film pressimo ma scoprire all’interno della colonna sopnora gemme di prima scelta? O di ricordare un film come di Culto per le canzoni che conteneva, ma realizzare a mente fredda che il film era una sola (caso per me lampante: The Crow)? Mai? Beh a me ed alla mia cohost Victoria è successo e parecchio. E da questo abbiamo ricavato un podcast eclettico, litigarello e come sempre, innamorato della musica.

- Ac/Dc “Big Gun” from “Last Action Hero”
- SOAD “The Metro” from “Not Another Teen Movie”
- Jack Black “Lets Get It On” from “High Fidelity”
- R.Kelly “Gotham City from “Batman And Robin”
- Boo Radleys “There She Goes” from “So i Married An Axe Murderer”
- Leonard Cohen “Hallelujah” from the worst piece of shit in history aka “Watchmen”
- Simon And Garfunkel “Mrs Robinson” from “The Graduate”
- Alice In Chains “Would” From Singles Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


3 singoli da ascoltare al posto di perder tempo con i Blur

Francesco Eandi ha postato questo articolo il 05/07/2012
Featured Rock + Pop Video //

Ne hanno parlato ovunque. O quasi: il brit pop, grazie a dio, è tramontato, e l’airplay di cui Damon Albarn poteva disporre negli anni Novanta anche solo quando emetteva un rutto, si è decisamente ridimensionato. Ma non abbastanza, e dopo alcuni anni a perder tempo con i Gorillaz (il cui ultimo disco ha come unico punto di attenzione il fatto che è stato registrato sull’iPad, capirai), Damon Albarn ha rimesso in piedi i Blur e tutti insieme appassionatamente sono tornati in pista con due singoli (questo e questo), registrati live a Hyde Park, Londra. Ed è ovviamente previsto un nuovo disco. E insomma, ne stanno parlando in tanti.

Ora, con tutto che non si può negare ai Blur una vocina-ina-ina nella grande enciclopedia galattica del rock, dite onestamente e col cuore in mano: che probabiltà c’era che i due nuovi singoli dei suddetti fossero all’altezza di, che so, “Song #2″ o “Country House”? Beh, per dirla con il dr. Cox, ci sono almeno alcune centinaia di eventi più probabili (vedi video sotto).

Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!

Andrea Costanzo

Junk’s Trunk #37 – The New Wave

Andrea Costanzo ha postato questo articolo il 03/07/2012
Audio Rock + Pop //

Una piccola spiegazione: a me la New Wave non piace, con la lieve eccezione dei Joy Division. A Victoria, l’altra metà del podcast, piace moltissimo. Quindi il risultato finale è una sorta di incontro-scontro su un genere che, nel bene e nel male, ha ancora tonnellate di influenza sul rock moderno. Basti vedere i vari Kasabian, Franz Ferdinand, Editors e così via. Ascoltate e prendete posizione.

- Soft Cell “Tainted Love”
- Joy Division “Love Will Tear us Apart”
- Echo And The Bunnymen “Lips Like Sugar”
- Culture Club “Karma CHameleon”
- Roxy Music “More Than This”
- Gary Numan “Cars” Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


Recensioni utili solo a seminar zizzania: Manowar – The Lord of Steel

Marco Banfi ha postato questo articolo il 30/06/2012
Featured Metal + Punk Video //

Valhalla. Acciaio. Mutandoni di peluche. E tanto, tanto concentrato dei peggiori luoghi comuni che il metallo abbia sfornato fin dalle sue nobili origini. In una parola: divini.

E non fate quelle facce schifate: un po’ di headbanging sull’intro di “Bridge of Death” è sicuramente scappato e scappa tuttora anche al più atteggiato dei metallari neointellettuali redenti! D’altro canto, nemmeno il più trucido difensore della Fede potrà negare che la parabola di De Maio&friends sia da anni discendente …

Per questo insieme di amore e disillusione, avvicinarsi a un disco dei Manowar per cercare di scrivere cose sensate in proposito è un’impresa – manco a dirlo – epica. Perché ad esempio capita che ti aspetti uno strazio (tipo Gods of War, per capirci) e scopri che non è così. Non del tutto, per lo meno.  Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!

Federico Zilli

The Cure – 13 di quelle buone

Federico Zilli ha postato questo articolo il 28/06/2012
Audio Featured Rock + Pop //

Ci sono momenti nella vita in cui uno dovrebbe dire “basta” all’uso indiscriminato dell’eyliner.

Questa sera, beccando per caso le frequenze di Virgin Radio (per caso perchè stavo cercando di risintonizzarmi su Radio Padania*, dal momento che, inspiegabilmente, anche Radio 105 e il suo zoo* si erano inspiegabilmente cancellate dalle stazioni memorizzate sull’autoradio), mi sono imbattuto in uno speciale sui Cure. Probabilmente in funzione della prossima data dell’Heineken Jammin Festival, di cui i Cure sono headliner per una sera (non ci andrò: i festival non sono il contesto migliore per assistere un concerto di una delle tue band preferite).  Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


Gojira – in full streaming il nuovo “L’Enfant Sauvage”

Nico Segantin ha postato questo articolo il 27/06/2012
Audio Metal + Punk //

Il gruppo francese è ormai prossimo alla pubblicazione (26 Giugno), dopo ben quattro anni da “The Way Of All Flesh”, del nuovo lavoro “L’ Enfant Sauvage”, nel frattempo il disco può essere ascoltato in streaming sul sito della band dei fratelli Duplantier.

Ad un primo ascolto la band sembra non aver smarrito la felice vena artistico/compositiva che li aveva contraddistinti come forza nuova del metal, in virtù di un suono intricato e futuristico, dalla spiccata personalità. Resta da superare lo scoglio degli ascolti ripetuti, però…

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!

Andrea Costanzo

Junk’s Trunk #36 – La Poesia Di Strada Dell’Hip Hop

Andrea Costanzo ha postato questo articolo il 25/06/2012
Audio Miscellanea //

Forse più idiota e letale delle miriadi di scaramucce interne, l’ostilità che i rocker e ancora peggio i metallari provano per l’hip hop, definendolo (quoto) “spazzatura ripetitiva e senza valore artistico”, è una di quelle condanne che alla fine altro non fanno che far perdere la possiblità di ascoltare assoluti capolavori.

In tre ore tirate, questo episodio tenta di proporre una mini analisi del genere in alcune delle sue sfumature, dalle rime primordiali e politiche dei Public Enemy, fino all’accattivante miscuglio di generi di Kanye West, passando per Wu Tang Clan e NWA (e ovviamente Beastie Boys). Ascoltate, imparate e toglietevi il prosciutto dalle orecchie. Non esistono solo gli Anathema.

- Public Enemy “Burn Hollywood Burn”
- Wu Tang Clan “CREAM”
- O.D.B. “Got Your Money”
- Blackalicious “Alphabet Aerobics”
- Dr Dre “Let Me Ride”
- Tone Loc “Funky Cold Medina”
- Nas “NY State Of Mind” Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


Melvins Lite – “Freak Puke”: La famiglia si allarga!

Nico Segantin ha postato questo articolo il 22/06/2012
Audio Featured Metal + Punk //

Ci sono gruppi che possono permettersi qualsiasi cosa: un numero sporpositato di dischi, collaborazioni e bassisti, uscite discografiche praticamente inascoltabili, sperimentazioni inapproppriate eppure riuscitissime, brani ineguagliabili per potenza e lunghe suite al limite del rumore e tutto questo senza che la loro personalità o la loro credibilità venga mai messa in dubbio. Una di queste band sono i Melvins, un’istituzione, un baluardo della musica alternativa da circa un trentennio.  Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


Le 10 canzoni migliori del 2012. Fino ad oggi, ovviamente.

Francesco Eandi ha postato questo articolo il 20/06/2012
Audio Featured Rock + Pop Video //

No, davvero. Non prendetela come una classifica particolarmente ragionata. Sono solo le canzoni che più ho ascoltato da gennaio ad oggi. Il che non vuol dire che siano necessariamente le migliori. Ma sapete come si dice – non sono bello ma piaccio. Ecco, queste sono quel genere di brani: magari non belli – colpi di genio imprescindibile – ma piacciono. A me, almeno.

E non è mica poco.

Purity Ring – Obdear

Elettronica minimal e video non ufficiale particolarmente riuscito. Non si sa cosa sia più inquietante, se la musica, il video, o l’insieme dei due.

Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!

Federico Zilli

St. Vincent + David Byrne: download di “Who”

Federico Zilli ha postato questo articolo il 19/06/2012
Audio Rock + Pop //

St. Vincent e quella vecchia gloria geniale di David Byrne, ex Talking Heads. Che hanno fatto? Un disco insieme, hanno fatto, niente meno! “Love The Giant” è il titolo, uscirà l’11 settembre e qui sotto potete pure scaricare gratis il primo singolo, “Who”. Che è un pezzo più Byrne che St. Vincent, a dirla tutta. Staremo a vedere il resto delle tracce.

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!

Andrea Costanzo

Junk’s Trunk #35 – Fanghiglia Sonica

Andrea Costanzo ha postato questo articolo il 17/06/2012
Audio Metal + Punk //

Uno dei sottogeneri più sinistri, minacciosi e brutali del rock/metal (Black chi? Ahahahahahaha, ma per favore). Musica tossica, lenta, catramosa, discordante e aliena ad ogni tipo di commercialità. L’unico furioso intento è quello di spaccarvi collo, ossa e timpani. Un viaggio fino al fondo della palude immonda chiamata Sludge, con un pezzo inedito delle nuove gemme Wizard’s Beard.

Eyehategod “Blank”
- Buzzoven “Sore”
- Grief “I Hate You”
- Sourvein “Fangs”
- Iron Monkey “Superagonizer”
- Fistula “The Hounds”
- Meth Drinker “Incurable Illness” Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


Candlemass – “Psalms For The Dead”: Il canto del cigno… nero

Nico Segantin ha postato questo articolo il 15/06/2012
Audio Featured Metal + Punk //

Le performances in studio dei Candlemass si fermano qua, Leif Edling ha detto stop, il gruppo (che si è recentemente permesso di lincenziare il cantante Rob Lowe che tornerà nei Solitude Aeturnus) si concentrerà, di qui in poi, sulla sola attività dal vivo in attesa, tra poco, di compiere trent’anni di attività. Una decisione coraggiosa e radicale che li porta a prendere congedo, su disco,  dai propri fans ed il gruppo lo fa con “Psalms For The Dead” uscito da poco per l’austriaca Napalm Records.  Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


Cose molto americane: la Coca Cola, McDonald’s e l’heavy metal cristiano

Francesco Eandi ha postato questo articolo il 14/06/2012
Featured Metal + Punk Video //

"Foto ricordo dell'oratorio, ragazzi: sorridete, così, bravi!"

Solo negli USA, solo nella cultura americana, a completare il quadro para-confessionale fatto di predicatori televisivi e pastori che improvvisano roghi di corani, poteva vedere la luce il fenomeno delle rock band cristiane. Non che suonare rock ed essere cristiani siano due cose in antitesi, sia chiaro, ma alla fine la religione è un fatto privato: negli Stati Uniti invece attorno a un fatto privato ci fondano altro che una band – un intero mercato.

Ciò detto (e comunque gli Stryper erano divertenti, per quanto sembrassero un gruppo di viados col costume dell’Ape Maia), magari tratterò della questione più avanti, ma è uscito il video del primo singolo del nuovo disco dei Demon Hunter, “My Destiny” (è il singolo), tratto da “True Defiance” (è l’album).  Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


Gotthard – “Firebirth”: il giusto mix tra cuore e ragione

Marco Banfi ha postato questo articolo il 13/06/2012
Audio Featured Metal + Punk //

 Ripartire. Anche dopo che un Destino burlone ti ha privato di un frontman che prima che frontman era un amico da vent’anni.

Un’operazione coraggiosa, encomiabile, ma per molti versi estremamente rischiosa. Perché il paragone col passato è sempre dietro l’angolo accompagnato dagli immancabili “ma Steve Lee era insostituibile”… Per fortuna, i Gotthard sin da primo momento in cui hanno deciso di intraprendere questa spinosa via sembravano consci di questi rischi.

Ecco quindi un sostituto assolutamente ignoto e, dopo qualche mese e qualche dubbio derivante dall’apripista “Remember it’s Me”, un disco emblematico nel titolo e nell’artwork, che mantiene in modo esemplare le distanze dai due estremi: non un taglio drastico col passato, ma nemmeno un “Need to Believe” con un altro cantante.  Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


When Seattle meets Milano – Death Cab for Cutie

Francesca Garattoni ha postato questo articolo il 11/06/2012
Featured Gallery Rock + Pop //

Il lunedì, si sa, è il giorno peggiore della settimana: il weekend appena passato, la mente ancora in spiaggia a prendere il sole e il corpo in ufficio davanti a un computer. Poi ci sono le eccezioni, lunedì anomali che aspetti con trepidazione, che non vedi l’ora che arrivino come il passato 4 giugno, perché per una sera l’Alcatraz di Milano diventa un po’ Seattle quando sul palco salgono i Death Cab for Cutie.

Il locale non straripava di gente come sarebbe successo in una qualsiasi venue di Seattle con i Death Cab in cartellone, ma ugualmente si sentiva l’attesa per questo gruppo che non tornava nel Bel Paese da sei anni. Nei discorsi delle persone si sentivano sussurrate speranze di sentire questa o quella particolare canzone, l’impressione era di stare davanti ad un pubblico colto, preparato, non solo di gente che “ah si, sono quelli della colonna sonora di O.C.” o di uno dei film di Twilight, ma un pubblico posato (e forse un po’ nerd) com’è il gruppo sul palco: niente atteggiamenti da rock star primadonna e niente chitarre sfasciate, solo del corposo e sano rock.  Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!

Andrea Costanzo

Junk’s Trunk #34 – Il Nuovo Metallo Classico

Andrea Costanzo ha postato questo articolo il 10/06/2012
Audio Metal + Punk //

Alcuni lamentano che il Metal è defunto o in cattiva salute. Altri ripetono che il metallo ripete sempre le stesse cose, e male. Altri dicono “meglio così” (sia alla prima che alla seconda). Facciamo il punto della situazione con una playlist che ho dedicato a gruppi che abbracciano l’heavy classico e le sue radici ma tentando di non essere stantii e di proporre qualcosa di brillante. Alzare il volume.

- 3 Inches Of Blood “Metal Woman”
- Christian Mistress “Pentagram And Crucifix”
- Grand Magus “I, The Jury”
- Valient Thorr “Disappearer”
- Huntress “Spell Eater”
- Ghost “Con Clavi Con Dio” Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


Kreator – “Phantom Antichrist”: agressione + melodia

Nico Segantin ha postato questo articolo il 07/06/2012
Audio Metal + Punk //

Certo che con tutto il baccano che si è fatto ultimamente attorno al thrash metal, tra revival più o meno opportuni e saccheggiamenti indiscriminati, dev’essere stato un bel cruccio per Mille Petrozza mettersi a comporre un nuovo disco per la sua creatura prediletta chiamata Kreator, avendo ben presente il fatto di essere fra gli iniziatori del genere, con tutta la pressione che questo può comportare.

Tuttavia Mille non si è perso d’animo, ha preso in mano le redini della sua carriera artistica, giunta all’anno ventisette (!), e, conscio di possedere un apertura mentale che altri musicisti dello stesso genere si sognano, ha costruito un disco riff su riff, riuscendo nel duplice intento di non ripetersi eccessivamente e di restare credibile.  Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


Justin Bieber, ovvero il declino della società occidentale

Francesco Eandi ha postato questo articolo il 05/06/2012
Audio Featured Rock + Pop Video //

La discussione è nata per caso su Facebook, dopo un mio aggiornamento di status che recitava:

“Fino a stasera non avevo mai sentito un pezzo di Justin Bieber. Oddio, ma è terribile! Non sa cantare, non sa ballare, i pezzi sono terribili, perchè è così famoso?”

L’altra sera infatti ho deciso di curiosare su Youtube per capire qualcosa del fenomeno Bieber, dopo aver letto da qualche parte che, nonostante si sia in un’epoca in cui la maggior parte dei sedicenni è più dedita a scaricare che a comprare, il suddetto ragazzino ha venduto qualcosa come 15 milioni di copie di dischi. Del fenomeno Lady Gaga vi ho già detto cosa penso. Ma di questo, davvero non so dire oltre a quanto postato su Facebook.

Ma siccome il rischio del “quando avevo 16 anni io qui era tutta campagna” c’è sempre, ecco, sono andato a vedere cosa bolliva in classifica nel 1992-1993, ovvero quando IO avevo 16 anni. Ma non nelle classifiche rock, che tutto sommato se vi snocciolo qualche nome di gente che nel biennio ’92 – ’93 è uscita con un disco, vi sentite male: Depeche Mode, Genesis, REM, Nirvana, U2, Stone Temple Pilots, Guns’N'Roses, Def Leppard, Cure, Pearl Jam, Radiohead. No, proprio nelle classifiche pop. Si combatte sullo stesso terreno, insomma.  Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!

Andrea Costanzo

Junk’s Trunk #33 – Le Retrovie Di Broadway

Andrea Costanzo ha postato questo articolo il 03/06/2012
Audio Rock + Pop Uncategorized //

Viaggio nei meandri non tradizionali del musical. Performance diverse, off broadway, rock musical e altre deviazioni….

- “Wilkommen” from the 1998 version of Cabaret perfromed by Alan Cumming
- “Sweet Transvestite” from The Rocky Horror Picture Show
- “Hasa Adiga Ebo Wai” from The Book Of Mormon
- “One Song Glory” from Rent
- “Everyone Is A Little Bit Racist” from Avenue Q
- “Zydrate Anatomy” from Repo! The Genetic Opera
- “Reefer Madness” from “Reefer Madness”  Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


Adramelch – “Lights from Oblivion”. Progsters a tempo perso che malmenano progsters professionisti

Marco Banfi ha postato questo articolo il 01/06/2012
Audio Featured Metal + Punk //

Un disco nel 1988. Uno nel 2005. Uno nel 2012 (e una ristampa nel 2011). Anche se la media sta migliorando, non si può certo dire che gli Adramelch siano una band prolifica. Indubbiamente, però, pochi ma buoni.
Se infatti “Irae Melanox” è uno dei capisaldi ed autentici dischi-culto del metal italiano degli anni ’80, “Broken History” era un disco di sicuro valore. E “Lights from Oblivion” è un’altra lezione a quei milioni di band che per fare progressive credono basti una congrua camionata di tecnica condita da un’insana tendenza all’onanismo mentale.  Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!


La dolcezza è una nave di luce: Lightships

Francesca Garattoni ha postato questo articolo il 30/05/2012
Carne Fresca Link Rock + Pop Video //

C’è un bassista a Glasgow che si chiama Gerard Love e che suona nei Teenage Fanclub. Ma Gerard, negli ultimi anni, ha anche lavorato ad un progetto solista con lo pseudonimo di Lightships e ha pubblicato qualche tempo fa una il primo album intitolato “Electric Cables”: dieci dolcissime canzoni da ascoltare a luci soffuse in una tiepida sera di primavera.  Continua a leggere »

Aiutaci a diffondere Penguins Love To Rock! Clicca su uno dei seguenti: Commenta!

« Post precedenti

cerca

Loading

seguici!

avete condiviso...

ultimi post

blogroll

newsletter

Inserisci la tua email per ricevere la newsletter settimanale! :)